sabato 03 dicembre | 21:29
pubblicato il 17/ott/2014 10:08

L'Ast di Terni si ferma: sciopero in difesa dell'occupazione

Numerosi studenti hanno aderito alla manifestazione

Terni, 17 ott. (askanews) - E' il giorno dello sciopero generale proclamato da Cgil, Cisl e Uil di Terni e provincia a sostegno della vertenza della Ast-ThyssenKrupp. Terni è scesa in campo a difesa dell'occupazione alle Acciaierie, cosi come tutta la Regione. I 537 licenziamenti (la messa in mobilita per i lavoratori ai quali scade il contratto a fine anno o a gennaio 2015) non devono essere attuati nonostante la ThyssenKrupp abbia messo in atto le procedure, chiedono i sindacati. Il corteo parte dalla sede dello storico impianto delle acciaierie nato oltre 130 anni fa a Terni: presente il leader della Cgil Susanna Camusso, sindacalisti nazionali e regionali, dirigenti della Fiom, le istituzioni ternane e regionali, vari consiglieri dell'assemblea umbra. Numerose le attivita e gli esercizi commerciali con saracinesche abbassate, con cartelli ("chiuso io sto con l'Ast"," l'Ast non si tocca"), striscioni e dinanzi ad una attivita di pompe funebri, una bara rossa ed un cartello in difesa dell'occupazione. Lungo le strade, numerosi gli studenti di Terni che hanno aderito allo sciopero in difesa delle Acciaierie. pg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari