domenica 22 gennaio | 06:56
pubblicato il 03/lug/2015 13:18

Juncker: con un "no" greci indebolirebbero loro posizione

A referendum di domenica su negoziati con Eurozona e Fmi

Juncker: con un "no" greci indebolirebbero loro posizione

Bruxelles, 3 lug. (askanews) - "Se i greci voteranno no, la posizione greca ne sarà drammaticamente indebolita". Lo ha ripetuto per quattro volte, rispondendo a quattro diverse domande, il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, durante la conferenza stampa tenuta a Lussemburgo insieme al premier del Granducato, Xavier Bettel, in occasione dell'inizio della presidenza di turno semestrale lussemburghese del Consiglio Ue.

A una giornalista che chiedeva se in caso di vittoria del "sì" i negoziati tra l'Eurozona e la Grecia sul programma di assistenza finanziaria ad Atene saranno più facili, Juncker ha risposto: "Il programma per la Grecia è terminato, non ci sono altri programmi in corso, con una vittoria del 'no' i greci farebbero tutto tranne rafforzare la propria posizione, ma perfino in caso di vittoria del 'sì' dovremo affrontare dei negoziati difficili".

(Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4