venerdì 02 dicembre | 21:46
pubblicato il 07/ott/2015 16:42

Jovane verso addio a Rcs, la società: nessun commento

Cda già convocato per domani, potrebbe valutare le dimissioni

Jovane verso addio a Rcs, la società: nessun commento

Milano, 7 ott. (askanews) - Si rincorrono sempre più insistenti le voci di imminenti dimissioni di Pietro Scott Jovane da amministratore delegato di Rcs MediaGroup. La notizia sta rimbalzando su diverse testate online, da Lettera 43 (diretta da Paolo Madron) al Sole 24 Ore. La società, contattata da Askanews, non commenta. "Noi non commentiamo", ha detto un portavoce.

Secondo fonti vicine alla situazione, terminata una fase della vita della società con la conclusione delle trattative per la cessione di Rcs Libri a Mondadori (sulle cui modalità ci sarebbero stati accesi contrasti in seno al cda), sono maturi i tempi per un'uscita "condivisa" di Jovane.

L'occasione per valutare le dimissioni di Jovane potrebbe essere la riunione del cda Rcs fissata per domani. Riunione ufficialmente già in programma da tempo con all'ordine del giorno le trattative con le banche creditrici sulla ristrutturazione del debito.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari