giovedì 08 dicembre | 04:09
pubblicato il 07/lug/2014 19:11

Jobs Act: Morando, su partecipazione lavoratori c'e' un vuoto grave

(ASCA) - Torino, 7 lug 2014 - ''Il difetto grave della legge delega in discussione al Senato e' la mancata disciplina della partecipazione dei lavoratori alla gestione di impresa''. Lo ha sottolineato il viceministro dell'Economia, Enrico Morando, intervenendo oggi a Torino al convegno su ''Le riforme e politiche del lavoro all'epoca di Renzi''. Morando ha ricordato che questo e' l'unico tema della riforma Fornero per cui non si e' fatto un decreto attuativo mentre si tratta di un principio, ha sottolineato, fondamentale nel quale, tramite un accordo, i lavoratori partecipano anche alla distribuzione dei profitti di impresa.

Morando si e' poi detto favorevole ai contratti di secondo livello che derogano ai contratti nazionali. ''Se le organizzazione rappresentative dei datori di lavoro e dei lavoratori fanno contrattazione verificata nei suoi esiti attraverso le regole stabilite dagli accordi, si puo' derogare in tutte le sue direzioni al contratto nazionale''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni