giovedì 19 gennaio | 11:36
pubblicato il 27/giu/2013 18:20

Iva: Confartigianato, rinvio non si finanzi con aumento tasse a imprese

(ASCA) - Roma, 27 giu - ''Il rinvio dell'aumento dell'Iva non puo' essere finanziato con aumenti di pressione fiscale a carico delle imprese: siamo gia' ai massimi storici con una tassazione che nel 2013 tocca il 53,4% del Pil''. E' la posizione espressa dal Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti. ''In questa difficile fase di crisi economica - sottolinea il Presidente Merletti - gli imprenditori non potrebbero sopportare ulteriori incrementi di tassazione derivanti dagli anticipi di Irpef, Ires, e Irap. E' necessario, invece, che il Governo e il Parlamento si impegnino soprattutto sul fronte della riduzione di sprechi e spesa pubblica improduttiva per reperire le risorse necessarie a diminuire il carico fiscale sulle aziende e a rilanciare investimenti e occupazione''. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina