martedì 21 febbraio | 02:14
pubblicato il 26/giu/2013 16:00

Iva: Cgia Mestre, rinvio aumento costera' 2,6 mld a imprese e autonomi

(ASCA) - Roma, 26 giu - Il rinvio ad ottobre dell'aumento dell'Iva deciso dal Governo Letta ''costringera' le imprese ed i lavoratori autonomi ad anticipare all'Erario 2,6 miliardi: una vera e propria stangata''. E' questa la stima elaborata dall'Ufficio studi della CGIA di Mestre. Un importo che, secondo i calcoli realizzati dalla CGIA, copre abbondantemente lo slittamento sino a fine anno dell'aumento dell'Iva che, secondo le fonti del Governo, dovrebbe costare 2 miliardi di euro.

''Ha il sapore di una vera e propria beffa - denuncia il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi - E' vero che si tratta solo di un aumento degli acconti di fine anno che sara' sottratto dai saldi che gli imprenditori pagheranno nel 2014; tuttavia, incrementare dal 99 al 100% l'acconto dell'Irpef, dal 100 al 101% quello dell'Ires e dal 100 al 110% quello dell'Irap contribuira' a peggiorare la situazione finanziaria di artigiani, commercianti, liberi professionisti e piccoli imprenditori che da tempo denunciano a gran voce di non disporre della liquidita' necessaria per mantenere in piedi l'attivita'. Con le banche che da tempo hanno chiuso i rubinetti del credito e con una crisi che non accenna ad allentare i suoi effetti recessivi, come faranno molte imprese ad affrontare la scadenza di novembre con questi aumenti ?''.

''Con oltre 810 miliardi di euro di spesa pubblica prevista nel 2013 - ricorda il segretario della CGIA - si fa fatica a spiegare agli imprenditori che non e' stato possibile trovare 2 miliardi per sterilizzare l'aumento dell'Iva, almeno sino alla fine di quest'anno''.

''Da oggi - conclude Bortolussi - scatta l'aumento dell'imposta fissa di bollo: quella da 1,81 euro sale a 2 euro e quella da 14,62 euro a 16 euro. Il gettito servira' per rifinanziare la ricostruzione nei Comuni interessati dal sisma avvenuto in Abruzzo nel 2009. Sia chiaro, la finalita' e' nobile. Tuttavia, pensare di coprire questi interventi con un taglio della spesa improduttiva sarebbe scandaloso?''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia