giovedì 19 gennaio | 16:15
pubblicato il 26/giu/2013 16:00

Iva: Cgia Mestre, rinvio aumento costera' 2,6 mld a imprese e autonomi

(ASCA) - Roma, 26 giu - Il rinvio ad ottobre dell'aumento dell'Iva deciso dal Governo Letta ''costringera' le imprese ed i lavoratori autonomi ad anticipare all'Erario 2,6 miliardi: una vera e propria stangata''. E' questa la stima elaborata dall'Ufficio studi della CGIA di Mestre. Un importo che, secondo i calcoli realizzati dalla CGIA, copre abbondantemente lo slittamento sino a fine anno dell'aumento dell'Iva che, secondo le fonti del Governo, dovrebbe costare 2 miliardi di euro.

''Ha il sapore di una vera e propria beffa - denuncia il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi - E' vero che si tratta solo di un aumento degli acconti di fine anno che sara' sottratto dai saldi che gli imprenditori pagheranno nel 2014; tuttavia, incrementare dal 99 al 100% l'acconto dell'Irpef, dal 100 al 101% quello dell'Ires e dal 100 al 110% quello dell'Irap contribuira' a peggiorare la situazione finanziaria di artigiani, commercianti, liberi professionisti e piccoli imprenditori che da tempo denunciano a gran voce di non disporre della liquidita' necessaria per mantenere in piedi l'attivita'. Con le banche che da tempo hanno chiuso i rubinetti del credito e con una crisi che non accenna ad allentare i suoi effetti recessivi, come faranno molte imprese ad affrontare la scadenza di novembre con questi aumenti ?''.

''Con oltre 810 miliardi di euro di spesa pubblica prevista nel 2013 - ricorda il segretario della CGIA - si fa fatica a spiegare agli imprenditori che non e' stato possibile trovare 2 miliardi per sterilizzare l'aumento dell'Iva, almeno sino alla fine di quest'anno''.

''Da oggi - conclude Bortolussi - scatta l'aumento dell'imposta fissa di bollo: quella da 1,81 euro sale a 2 euro e quella da 14,62 euro a 16 euro. Il gettito servira' per rifinanziare la ricostruzione nei Comuni interessati dal sisma avvenuto in Abruzzo nel 2009. Sia chiaro, la finalita' e' nobile. Tuttavia, pensare di coprire questi interventi con un taglio della spesa improduttiva sarebbe scandaloso?''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Netflix
Netflix, record di abbonati nel 4 trimestre, anche fuori dagli Usa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale