sabato 25 febbraio | 02:09
pubblicato il 04/set/2013 13:13

Iva: allarme Confcommercio per aumento a distributori caffe' da 1/1/14

(ASCA) - Roma, 4 set - ''Dal 1 gennaio 2014 aumenta l'Iva sui prodotti venduti nei distributori automatici. Per finanziare l'Ecobonus anche la pausa caffe' sara' piu' amara.

In particolare, l'aliquota passa dal 4 al 10%. E' cosi' che si aggrava la crisi. Non solo dei consumi ma anche occupazionale. Con l'inasprimento dell'imposta infatti sono a rischio centinaia di posti di lavoro se i consumi caleranno''. Lo afferma Lucio Pinetti, presidente di Confida, Associazione Italiana Distribuzione Automatica aderente a Confcommercio. ''Per questo motivo dal prossimo 9 settembre partira' una campagna per informare i consumatori attraverso un milione di adesivi che verranno affissi su tutti i distributori automatici installati in Italia. Il messaggio e' chiaro: l'aumento dell'Iva non e' una nostra decisione ma un'imposizione del Governo che, attraverso il D.L n.63 del 4/6/2013 stabilisce l'inasprimento della stessa sulle somministrazioni di alimenti e bevande attraverso i distributori automatici''. ''Sorprende - continua Pinetti - come lo Stato abbia voluto colpire 20 milioni di consumatori che, in particolare in questi anni di crisi, grazie al favorevole rapporto qualita' prezzo, nel distributore automatico, hanno finora trovato una valida soluzione di acquisto. Ma per adeguare i distributori automatici installati nei luoghi pubblici - circa un milione di macchinette - il settore del vending (30 mila addetti e piu' di mille imprese) dovra' spendere tra i 30 e i 50 milioni di euro. Inoltre, per sostituire i prezzi occorreranno dai 4 ai 5 mesi, difficile dunque essere pronti per il 1 gennaio prossimo. Come se non bastasse, se i consumi dovessero subire una flessione allora saremmo costretti a rinunciare alla prestazione di centinaia di dipendenti''.

L'incremento dell'imposta sui prodotti somministrati attraverso i distributori automatici comportera' un aumento di 5 centesimi sul caffe' e le bevande calde, e di dieci centesimi sulle bevande fredde e gli snack. com/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech