venerdì 20 gennaio | 03:08
pubblicato il 04/set/2013 13:13

Iva: allarme Confcommercio per aumento a distributori caffe' da 1/1/14

(ASCA) - Roma, 4 set - ''Dal 1 gennaio 2014 aumenta l'Iva sui prodotti venduti nei distributori automatici. Per finanziare l'Ecobonus anche la pausa caffe' sara' piu' amara.

In particolare, l'aliquota passa dal 4 al 10%. E' cosi' che si aggrava la crisi. Non solo dei consumi ma anche occupazionale. Con l'inasprimento dell'imposta infatti sono a rischio centinaia di posti di lavoro se i consumi caleranno''. Lo afferma Lucio Pinetti, presidente di Confida, Associazione Italiana Distribuzione Automatica aderente a Confcommercio. ''Per questo motivo dal prossimo 9 settembre partira' una campagna per informare i consumatori attraverso un milione di adesivi che verranno affissi su tutti i distributori automatici installati in Italia. Il messaggio e' chiaro: l'aumento dell'Iva non e' una nostra decisione ma un'imposizione del Governo che, attraverso il D.L n.63 del 4/6/2013 stabilisce l'inasprimento della stessa sulle somministrazioni di alimenti e bevande attraverso i distributori automatici''. ''Sorprende - continua Pinetti - come lo Stato abbia voluto colpire 20 milioni di consumatori che, in particolare in questi anni di crisi, grazie al favorevole rapporto qualita' prezzo, nel distributore automatico, hanno finora trovato una valida soluzione di acquisto. Ma per adeguare i distributori automatici installati nei luoghi pubblici - circa un milione di macchinette - il settore del vending (30 mila addetti e piu' di mille imprese) dovra' spendere tra i 30 e i 50 milioni di euro. Inoltre, per sostituire i prezzi occorreranno dai 4 ai 5 mesi, difficile dunque essere pronti per il 1 gennaio prossimo. Come se non bastasse, se i consumi dovessero subire una flessione allora saremmo costretti a rinunciare alla prestazione di centinaia di dipendenti''.

L'incremento dell'imposta sui prodotti somministrati attraverso i distributori automatici comportera' un aumento di 5 centesimi sul caffe' e le bevande calde, e di dieci centesimi sulle bevande fredde e gli snack. com/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale