lunedì 23 gennaio | 03:57
pubblicato il 09/mag/2016 18:35

Italia-Usa, rischi export Italia da Trump?Varricchio "direi di no"

Ambasciatore Italia a Washington ad America 24 su prospettive TTIP

Italia-Usa, rischi export Italia da Trump?Varricchio "direi di no"

Roma, 9 mag. (askanews) - Armando Varricchio, nuovo Ambasciatore d'Italia negli Usa getta acqua sul fuoco dei rischi sull'export italiano di una eventuale vittoria nella corsa per la Casa Bianca di Donald Trump. A Washington c'è un rischio che la minaccia di tariffe del 45% per paesi che si avvantaggiano degli Stati Uniti possa essere estesa all'Italia in caso di vittoria di Trump? "Direi di no", ha risposto Varricchio ai microfoni di America24 di Mario Platero su Radio 24 sul futuro del TTIP. "Dobbiamo ovviamente considerare - ha spiegato - che siamo nel mezzo di una campagna elettorale dura, nella quale i candidati si scontrano utilizzando tutti gli argomenti e utilizzano anche toni forti. Un po' da tutte le parti si è sentito nelle ultime settimane un dubbio crescente sull'interesse americano a seguire questi accordi di liberalizzazione commerciale: l'accordo con il Pacifico e quello con Unione Europea, il TTIP. Io credo che in questo momento, al di là della comprensibile polemica elettorale, siano in gioco due diverse visioni: l'integrazione e quella che porta ad una chiusura delle singole aree commerciali."

Varricchio, rispondendo ad una domanda sulla possibilità che la posizione di chiusura degli Stati Uniti su alcuni punti quali l'apertura degli appalti pubblici e l'inserimento dei servizi finanziari sia negoziabile, risponde: "Siamo certamente nell'ambito di un negoziato, un negoziato duro, difficile, nel quale ha un effetto diretto la polemica elettorale ed il fatto che l'amministrazione americana ha un rapporto complicato con il Congresso, che al momento ha una maggioranza repubblicana. Ma tutto si deve mettere sul tavolo. Per questo come Italia confermiamo di essere a favore dell'apertura. Non abbiamo paura del confronto. Le nostre esportazioni hanno un caratteristica che li distingue, la qualità. Ma vogliamo che questa qualità venga riconosciuto e tutelata, e soprattutto, come si dice in questi casi, che nel mercato si possa competere ad armi pari."

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4