lunedì 05 dicembre | 14:31
pubblicato il 08/apr/2011 11:49

Italia attrae multinazionali grazie a "ricercatori a basso costo"

Parlano i numeri uno di Cisco e St Italia

Italia attrae multinazionali grazie a "ricercatori a basso costo"

Basta parlare di un Paese in declino, l'Italia non è messa peggio di altri. Questo l'appello lanciato nei giorni scorsi dall ministro dell'Economia Giulio Tremonti affinchè si valutino anche gli aspetti positivi del nostro paese. E a sentire i numeri uno di Cisco e St Italia, effettivamente delle ragioni per continuare a investire da noi ci sono.A volte capita invece che dei punti di debolezza ovvero la scarsa retribuzione dei nostri ricercatori, possano trasformarsi in una opportunità per le grosse multinazionale che trovano qui da noi cervelli preparati e a basso costo.

Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari