mercoledì 22 febbraio | 00:58
pubblicato il 25/giu/2014 17:46

Italia-Algeria: energia e commercio al centro missione ministro Guidi

(ASCA) - Roma, 25 giu 2014 - ''Illustrazione delle priorita' del Semestre di Presidenza italiana dell'Unione europea che danno particolare rilevanza alla cooperazione economica ed energetica nel Mediterraneo. Ma anche nuove collaborazioni bilaterali in ambito energetico, maggiore sicurezza e stabilita' nelle forniture di gas, rafforzamento delle intese in materia di investimenti, con la creazione di ulteriori joint venture, e nuove politiche di sviluppo delle Pmi''.

Questi, spiega il Ministero dello Sviluppo Economico in una nota, gli argomenti principali che il ministro Federica Guidi ha affrontato oggi nel corso della visita in Algeria durante la quale ha avuto incontri con il Primo Ministro Abdelmalek Sellal, con il Ministro dell'Industria e Miniere Abdeslam Bouchaureb e con il Ministro dell'Energia Yousef Yousfi. Nel pomeriggio e' stata anche ricevuta dal presidente algerino, Abdelaziz Bouteflika. La visita, prosegue il Mise, ''ha offerto l'occasione per confermare la rilevanza strategica che l'Italia attribuisce alla cooperazione con l'Algeria, soprattutto nella fornitura di idrocarburi. Il Ministro Guidi, infatti, ha approfondito le prospettive di approvvigionamento di petrolio e gas, ponendo l'accento sulla sicurezza e la stabilita' delle forniture. Ha anche ribadito l'interesse del governo italiano a sviluppare collaborazioni nell'energia da fonti rinnovabili''.

Il ministro Guidi ''ha rimarcato l'utilita' di rilanciare la Task Force italo-algerina (Mise, Ice, Confindustria, Sace e Simest) con il compito di promuovere i partenariati e proporre di organizzare due missioni imprenditoriali in filiere ad alto potenziale come l'agroalimentare e il medicale nella seconda parte dell'anno. Infine ha ribadito il tradizionale rapporto di amicizia che lega i due Paesi e analizzato le azioni da mettere in campo per riequilibrare l'attuale deficit della bilancia commerciale bilaterale (dovuto soprattutto all'importazione di gas che rappresenta poco piu' del 20% delle nostre forniture dall'estero)''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia