martedì 06 dicembre | 21:04
pubblicato il 20/mag/2016 11:01

Istat: laurea non premia giovani, più difficile trovare lavoro

"Dopo tre anni dal titolo solo metà ha una occupazione ottimale"

Istat: laurea non premia giovani, più difficile trovare lavoro

Roma, 20 mag. (askanews) - Laurearsi non aiuta più a trovare lavoro e per i giovani cercare un'occupazione è sempre più difficile. Lo sostiene l'Istat nel rapporto annuale, secondo cui "il vantaggio occupazionale conquistato dalle generazioni più anziane con l'investimento in istruzione non coinvolge quelle più giovani, particolarmente penalizzate dalla crisi: il tasso di occupazione di un laureato di 30-34 anni dal 79,5% nel 2005 cade al 73,7% dieci anni dopo".

"Nel 2015 - spiega l'istituto di statistica - a tre anni dal conseguimento del titolo, risulta occupato il 72% dei laureati (77,1% nel 1991) e il 53,2% ha trovato un'occupazione ottimale, ossia caratterizzata da un contratto standard, altamente qualificata e di durata medio-lunga".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Borsa
Seduta sprint per Piazza Affari (+4,15%), maxi-rimbalzo banche
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni