martedì 28 febbraio | 08:41
pubblicato il 20/mag/2016 11:01

Istat: laurea non premia giovani, più difficile trovare lavoro

"Dopo tre anni dal titolo solo metà ha una occupazione ottimale"

Istat: laurea non premia giovani, più difficile trovare lavoro

Roma, 20 mag. (askanews) - Laurearsi non aiuta più a trovare lavoro e per i giovani cercare un'occupazione è sempre più difficile. Lo sostiene l'Istat nel rapporto annuale, secondo cui "il vantaggio occupazionale conquistato dalle generazioni più anziane con l'investimento in istruzione non coinvolge quelle più giovani, particolarmente penalizzate dalla crisi: il tasso di occupazione di un laureato di 30-34 anni dal 79,5% nel 2005 cade al 73,7% dieci anni dopo".

"Nel 2015 - spiega l'istituto di statistica - a tre anni dal conseguimento del titolo, risulta occupato il 72% dei laureati (77,1% nel 1991) e il 53,2% ha trovato un'occupazione ottimale, ossia caratterizzata da un contratto standard, altamente qualificata e di durata medio-lunga".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech