domenica 04 dicembre | 11:56
pubblicato il 04/nov/2013 16:05

Istat: la ripresa ci sarà solo nel 2014 e meno del previsto

Pil crolla dell'1,8% nel 2013, + 0,7 nel 2014

Istat: la ripresa ci sarà solo nel 2014 e meno del previsto

Milano, (askanews) - La ripresa ci sarà ma meno forte di quanto aveva previsto il governo. Lo dicono i dati Istat secondo cui a fine 2013 l'Italia brancolerà ancora nel buio con il Pil che crollerà dell'1,8%. Per vedere numeri positivi bisogna aspettare il 2014 quando il prodotto interno lordo aumenterà dello 0,7%, contro l'1% previsto dal governo nel documento di programmazione economica. A non migliorare invece sarà il mercato del lavoro: il tasso di disoccupazioneraggiungerà il 12,1% nel 2013 e continuerà ad aumentare, seppur di poco nel 2014, secondo l'Istat "a causa del ritardo con il quale il mercato del lavoro segue le evoluzioni dell'economia". Ovviamente tutte le previsioni sono legate all'evolversi del quadro economico internazionale e dell'incertezza politica."Il nostro è un bilancio prudente - ha dichiarato da Londra il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni - ma che aiuterà questo processo di ripresa dell'attività economica".

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari