lunedì 20 febbraio | 05:18
pubblicato il 04/nov/2013 16:05

Istat: la ripresa ci sarà solo nel 2014 e meno del previsto

Pil crolla dell'1,8% nel 2013, + 0,7 nel 2014

Istat: la ripresa ci sarà solo nel 2014 e meno del previsto

Milano, (askanews) - La ripresa ci sarà ma meno forte di quanto aveva previsto il governo. Lo dicono i dati Istat secondo cui a fine 2013 l'Italia brancolerà ancora nel buio con il Pil che crollerà dell'1,8%. Per vedere numeri positivi bisogna aspettare il 2014 quando il prodotto interno lordo aumenterà dello 0,7%, contro l'1% previsto dal governo nel documento di programmazione economica. A non migliorare invece sarà il mercato del lavoro: il tasso di disoccupazioneraggiungerà il 12,1% nel 2013 e continuerà ad aumentare, seppur di poco nel 2014, secondo l'Istat "a causa del ritardo con il quale il mercato del lavoro segue le evoluzioni dell'economia". Ovviamente tutte le previsioni sono legate all'evolversi del quadro economico internazionale e dell'incertezza politica."Il nostro è un bilancio prudente - ha dichiarato da Londra il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni - ma che aiuterà questo processo di ripresa dell'attività economica".

Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia