lunedì 20 febbraio | 00:39
pubblicato il 24/ott/2014 10:54

Istat, Federconsumatori: spesa alimentare -207 euro in un anno

Per il commercio "calo drammatico"

Istat, Federconsumatori: spesa alimentare -207 euro in un anno

Roma, 24 ott. (askanews) - I dati dell'Istat sul commercio al dettaglio "rappresentano la drammatica conferma della grave situazione che l'intero Paese sta attraversando". Il dato più allarmante, secondo Federconsumatori, è senza dubbio quello relativo ai consumi alimentari, diminuiti ad agosto del -3,7% sull'anno: questo vuol dire che una famiglia media ha diminuito la propria spesa alimentare di ben 207 euro nell'ultimo anno.

Un dato che "deve far riflettere e che appare ancora più sconcertante se si considera l'andamento dal 2008 ad oggi: in tale periodo, infatti, secondo le stime aggiornate dell'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori i consumi alimentari sono scesi addirittura del -11,6%".

Di fronte ad una contrazione simile "non è più possibile far finta di nulla", hanno spiegati i consumatori. Il governo "deve prendere atto di tali dati, deve prendere atto del grave disagio che le famiglie vivono quotidianamente, deve rendersi conto che questa situazione è ormai insostenibile e sarebbe una follia anche solo paventare, attraverso clausole di salvaguardia, nuovi aumenti dell'Iva".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia