domenica 22 gennaio | 09:17
pubblicato il 23/giu/2016 12:38

Istat: donne top manager una rarità nelle imprese, solo una su 10

Anche per gli under 40 difficile arrivare ai vertici

Istat: donne top manager una rarità nelle imprese, solo una su 10

Roma, 23 giu. (askanews) - E' ancora una rarità, in Italia, vedere alla guida delle imprese top manager donne o under 40. E' quanto emerge dal report Istat "Profili organizzativi e manageriali delle grandi imprese" relativo al 2013.

Soltanto il 3,7% delle imprese dichiara una età media del proprio top management pari o inferiore ai 40 anni, il 49,1% dichiara una età media tra 41 e 50 anni, il 40,7% tra 51 e 60 anni e il 6,5% una età media di oltre 60 anni di età. L'età media più frequente è 45 anni (498 imprese).

Circa la metà delle imprese considerate (49,7%) ha almeno una donna tra i top manager, anche se tale ruolo rimane prevalentemente maschile: gli uomini sono l'87,8% del totale, le donne top manager appena il 12,2%. Nelle imprese principali e grandi la quota di top manager uomini sale all'89,8% mentre quella delle donne si riduce al 10,2%.

Il titolo di studio più frequente dei top manager è la laurea: il 57% delle imprese ha una quota di top manager laureati superiore al 50%, il 30,3% una quota di diplomati tra il 21 e il 50% mentre nel 23,2% dei casi i diplomati superano il 50%. I top manager che posseggono un titolo post laurea sono relativamente pochi, nel 77,8% delle imprese non superano l'1% e solo nel 3,1% superano la metà dei top manager presenti.

Il 46,2% delle imprese ha almeno un top manager con legami familiari, a conferma del frequente coinvolgimento della proprietà nella gestione delle aziende. Significativa è anche l'internazionalizzazione del top management: il 17,1% delle imprese ha top manager impiegati stabilmente all'estero. Degli oltre 2.000 top manager impiegati stabilmente all'estero, il 62,3% è reclutato nel paese di investimento, il 23,6% è trasferito dall'Italia (a conferma dell'esistenza di un marcato controllo corporate sulle linee di attività anche nelle controllate estere), mentre solo il 14,1% è reclutato sul mercato internazionale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4