sabato 25 febbraio | 19:37
pubblicato il 29/ago/2014 12:00

Istat: disoccupazione giovani sale al 41,5% nel II trimestre

Allarme al Sud

Istat: disoccupazione giovani sale al 41,5% nel II trimestre

Roma, 29 ago. (askanews) - Il tasso di disoccupazione dei giovani tra 15 e 24 anni, nel secondo trimestre, è salito al 41,5% (era il 37,3% nel secondo trimestre 2013); nelle regioni meridionali i giovani in cerca di lavoro rappresentano il 56% delle forze lavoro giovanili (somma di occupati e disoccupati). Lo ha comunicato l'Istat. Per la classe di età 18-29 anni il tasso di disoccupazione si attesta al 30,2% (+2,5 punti percentuali su base annua). In questa fascia di età i disoccupati giungono a 1 milione 144 mila (+7,0%, pari a 75.000 unità) e rappresentano il 15,1% della corrispondente popolazione (7 milioni 585 mila unità). Nella classe tra 15 e 24 anni il numero di disoccupati è pari a 667.000 unità (+64.000 rispetto al secondo trimestre 2013). Poco più di un giovane su dieci è in cerca di lavoro: l'incidenza dei disoccupati 15-24enni sulla popolazione in questa fascia di età (5 milioni 984 mila unità) è pari all'11,1% (12,6% i maschi e 9,6% per le femmine). Nel Mezzogiorno l'incidenza è pari al 13,7% (327.000 giovani).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Volkswagen
Volkswagen, torna in utile nel 2016 per 5,1 mld dopo dieselgate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech