domenica 04 dicembre | 19:54
pubblicato il 20/mag/2016 11:00

Istat: cresce disuguaglianza sociale, welfare tra peggiori in Ue

Nel 1990-2010 per divario redditi aumento più alto di altri Paesi

Istat: cresce disuguaglianza sociale, welfare tra peggiori in Ue

Roma, 20 mag. (askanews) - Aumenta la disuguaglianza in Italia, con un sistema di protezione sociale tra i meno efficaci in Europa. Lo afferma l'Istat nel rapporto annuale, sottolineando che "in Italia la disuguaglianza nella distribuzione del reddito è aumentata da 0,40 a 0,51 (indice di Gini) tra il 1990 e il 2010: si tratta dell'incremento più alto tra i paesi per i quali sono disponibili i dati".

"Tra quelli europei - spiega l'istituto di statistica - il sistema di protezione sociale del nostro paese è uno dei meno efficaci. Nel 2014 la quota di persone a rischio povertà si è ridotta di 5,3 punti dopo i trasferimenti (da 24,7% a 19,4%) a fronte di una riduzione media nell'Ue a 27 di 8,9 punti".

"La differenza di genere - aggiunge l'Istat - è una delle principali fonti di disuguaglianza nella distribuzione dei redditi lordi da lavoro sul mercato. Per gli uomini occupati è relativamente più facile che per le occupate raggiungere livelli più elevati di reddito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari