lunedì 23 gennaio | 00:00
pubblicato il 20/mag/2016 11:00

Istat: cresce disuguaglianza sociale, welfare tra peggiori in Ue

Nel 1990-2010 per divario redditi aumento più alto di altri Paesi

Istat: cresce disuguaglianza sociale, welfare tra peggiori in Ue

Roma, 20 mag. (askanews) - Aumenta la disuguaglianza in Italia, con un sistema di protezione sociale tra i meno efficaci in Europa. Lo afferma l'Istat nel rapporto annuale, sottolineando che "in Italia la disuguaglianza nella distribuzione del reddito è aumentata da 0,40 a 0,51 (indice di Gini) tra il 1990 e il 2010: si tratta dell'incremento più alto tra i paesi per i quali sono disponibili i dati".

"Tra quelli europei - spiega l'istituto di statistica - il sistema di protezione sociale del nostro paese è uno dei meno efficaci. Nel 2014 la quota di persone a rischio povertà si è ridotta di 5,3 punti dopo i trasferimenti (da 24,7% a 19,4%) a fronte di una riduzione media nell'Ue a 27 di 8,9 punti".

"La differenza di genere - aggiunge l'Istat - è una delle principali fonti di disuguaglianza nella distribuzione dei redditi lordi da lavoro sul mercato. Per gli uomini occupati è relativamente più facile che per le occupate raggiungere livelli più elevati di reddito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4