lunedì 23 gennaio | 01:39
pubblicato il 22/set/2014 12:22

Istat, consumi famiglie in calo del 2,8% nel 2013

(ASCA) - Roma, 22 set 2014 - La spesa per consumi delle famiglie italiane, nel 2013, e' scesa del 2,8%, dopo una contrazione del 4% registrata nell'anno precedente. Lo rileva l'Istat, che oggi ha pubblicato la revisione del Pil dello scorso anno con i nuovi principi contabili europei.

Il calo dei consumi e' stato particolarmente marcato per i beni (-4,2%), mentre la spesa per i servizi e' diminuita dell'1,3%. In termini di funzioni di consumo, le contrazioni piu' rilevanti hanno riguardato la spesa per sanita' (-5,3%) e quella per vestiario e calzature (-5,2%). La spesa delle Amministrazioni pubbliche e quella delle Istituzioni sociali private (Isp) hanno registrato entrambe una diminuzione in volume dello 0,7%. Gli investimenti fissi lordi hanno segnato una marcata flessione in volume (-5,4%), dopo quella che aveva gia' caratterizzato il 2012 (-7,4%). Il calo ha riguardato gli investimenti in costruzioni (-6,8%) e quelli in macchine e attrezzature (-6,9%), mentre per gli investimenti in mezzi di trasporto si registra un aumento del 4,2%. Le esportazioni di beni e servizi sono aumentate in volume dello 0,6%, mentre le importazioni sono scese del 2,7%.

sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4