martedì 06 dicembre | 04:01
pubblicato il 19/nov/2013 14:31

Istat: cala traffico aereo in Italia, 47% passeggeri sceglie low cost

Istat: cala traffico aereo in Italia, 47% passeggeri sceglie low cost

(ASCA) - Roma, 19 nov - Dopo due anni di crescita, il 2012 ha visto una generale flessione del traffico aereo da e verso gli aeroporti italiani: in discesa del 3,4% i movimenti aerei, calo dell'1,3% dei passeggeri e flessione del 4,9% di merci e posta. A fotografare l'andamento del settore e' l'Istat nel Report sul trasporto aereo in Italia relativo al 2012.

Lo scorso anno i passeggeri sono stati 146.930.000, in calo dell'1,3% rispetto al 2011. ''La diminuzione dei passeggeri - spiega l'Istat - riguarda sia i voli di linea sia i charter: i passeggeri trasportati su voli di linea calano complessivamente dell'1,3%, ma a diminuire sono quelli dei voli nazionali (-5,3%) mentre aumentano quelli dei voli internazionali (+1,9%). I passeggeri sui voli charter diminuiscono dell'1,1%, la variazione e' sintesi di un calo del traffico internazionale (-1,7%) e di un aumento di quello nazionale (+10,8%)''. A risentire maggiormente del calo del traffico sono stati gli aeroporti di Milano Malpensa (-4%), Roma Fiumicino (-1,8%) e Catania (-9,3%). Su Malpensa, la diminuzione dei passeggeri ha riguardato soprattutto i voli nazionali (-8,6%) e meno quelli internazionali (-2,8%); anche per lo scalo di Fiumicino, a penalizzare i dati di fine anno e' stata soprattutto la componente dei voli nazionali (-8,8%) che di fatto ha messo in ombra la crescita del 2% dei voli internazionali. Gli aumenti maggiori del traffico si sono registrati sugli scali di Treviso (che pero' e' stato parzialmente chiuso nel 2011) che e' arrivato a 1,2 milioni di passeggeri e di Bergamo, cresciuto del 5,5%. Quanto alle compagnie maggiormente utilizzate, l'Istat segnala anche nel 2012 il calo dell'utilizzo dei vettori italiani da parte dei passeggeri, la cui quota e' scesa tra il 2007 e lo scorso anno dal 56% al 38%. Il 47% dei passeggeri utilizza voli low cost (46% nel 2011), quota che scende al 24% se si considerano solo le linee aeree italiane (28% nel 2011). Nel 2012 le compagnie aeree commerciali, italiane e straniere, hanno perso, rispetto al 2011, poco meno di 2 milioni di passeggeri, mentre quelle low cost hanno incrementato il proprio traffico di circa 400 mila unita'.

''Considerando la componente dei vettori italiani, - scrive l'Istat - emerge un forte peggioramento rispetto al 2011, in quanto diminuiscono sia i passeggeri dei voli tradizionali (-1,3 milioni), sia in maniera molto consistente quelli dei voli low cost (-3,4 milioni)''. Se si guarda alle tratte nazionali, la Roma Fiumicino-Catania (e viceversa) resta la piu' frequentata, superando ancora il collegamento tra Roma Fiumicino e Milano Linate, anche se entrambe le direttrici registrato un calo dei passeggeri. Al di fuori dei confini i principali paesi di origine/destinazione internazionale per i vettori italiani sono stati Spagna (poco piu' di 1,5 milioni di passeggeri), Egitto (circa 1,4 milioni) e Francia (circa 1,3 milioni). Se nel 2012 in Italia il traffico e' sceso, in Europa, invece, si e' registrata una leggera crescita dell'1%, con 1.235 milioni di passeggeri. Il nostro Paese, con una quota del 9,5%, si colloca al quinto posto nell'UE per numero di passeggeri trasportati dopo Regno Unito con circa 204 milioni di passeggeri in aumento di 1,6 milioni (e che rappresenta il 16,5% del totale), Germania che ha registrato una crescita di circa 3 milioni di passeggeri a quota 180 milioni (14,6%), Spagna con 160 milioni di passeggeri diminuiti di circa 5 mln (13%) e Francia che ha visto aumentare di circa 3,6 milioni i passeggeri arrivati a 136 mln (11%). red-lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari