sabato 25 febbraio | 13:26
pubblicato il 30/apr/2015 10:10

Istat: -59mila occupati a marzo, presto per effetti Jobs act

Permangono le "difficoltà"

Istat: -59mila occupati a marzo, presto per effetti Jobs act

Roma, 30 apr. (askanews) - Continua a calare l'occupazione in Italia. A marzo gli occupati sono diminuiti di 59mila unità su base mensile. E' quanto emerge dalla stima provvisoria diffusa dall'Istat. "E' presto per vedere i risultati del Jobs act", fanno notare i tecnici dell'Istituto spiegando che il provvedimento è entrato in vigore "il 6 marzo e per far ripartire il mercato del lavoro ci vuole tempo".

In un anno si sono persi 70mila occupati. A marzo il tasso di occupazione è sceso al 55,5%.

Dalla produzione "i segnali sono ancora deboli", hanno sottolineato i tecnici dell'Istat e, dunque, "servirà più tempo per far ripartire il mercato del lavoro che permane in difficoltà".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech