giovedì 08 dicembre | 11:07
pubblicato il 30/apr/2015 10:10

Istat: -59mila occupati a marzo, presto per effetti Jobs act

Permangono le "difficoltà"

Istat: -59mila occupati a marzo, presto per effetti Jobs act

Roma, 30 apr. (askanews) - Continua a calare l'occupazione in Italia. A marzo gli occupati sono diminuiti di 59mila unità su base mensile. E' quanto emerge dalla stima provvisoria diffusa dall'Istat. "E' presto per vedere i risultati del Jobs act", fanno notare i tecnici dell'Istituto spiegando che il provvedimento è entrato in vigore "il 6 marzo e per far ripartire il mercato del lavoro ci vuole tempo".

In un anno si sono persi 70mila occupati. A marzo il tasso di occupazione è sceso al 55,5%.

Dalla produzione "i segnali sono ancora deboli", hanno sottolineato i tecnici dell'Istat e, dunque, "servirà più tempo per far ripartire il mercato del lavoro che permane in difficoltà".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Roma
Roma, Antitrust avvia procedimento contro Atac sul servizio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni