domenica 04 dicembre | 21:30
pubblicato il 14/ott/2013 14:34

Irisbus: cassa in deroga per gli ultimi 300 dipendenti

(ASCA) - Torino, 14 ott - L'Irisbus ritira la procedura di licenziamento collettivo e presenta la richiesta di cassa integrazione in deroga di sei mesi per gli ultimi trecento dipendenti di Avellino. E' quanto e' stato deciso nell'incontro svoltosi stamane al ministero dello Sviluppo Economico, presente il sottosegretario Claudio De Vincenti. Per cio' che riguarda le manifestazioni di interesse da parte di altre imprese, la situazione e' ancora in fase di stallo, sottolinea la Fismic. Il decreto sulla cassa in deroga verra' formalizzato il 23 ottobre nella sede della Regione Campania, che oggi era rappresentata dall'assessore al Lavoro, Severino Nappi. Anche in questo caso, come per Termini Imerese, la Fiat si e' impegnata ad anticipare due mesi di cassa in deroga qualora dovessero sorgere problemi di tempistica. E' stato comunicato anche che sono giunte al ministero alcune manifestazioni di interesse di una certa rilevanza nazionale e internazionale che verranno valutate e approfondite in un prossimo incontro al ministero venerdi' 15 novembre. La Segreteria Generale e la Segreteria provinciale di Avellino della Fismic ribadiscono che vigileranno ''su possibili e nuovi tentativi di speculazione industriale''.

com-eg/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari