lunedì 20 febbraio | 01:05
pubblicato il 21/lug/2014 18:56

Intesa Sp: su utile netto 2* trim impatto negativo 65mln da Ungheria

(ASCA) - Roma, 21 lug 2014 - Il Gruppo Intesa SanPaolo stima un impatto negativo di circa 65 milioni di euro sull'utile netto consolidato del 2* trimestre del Gruppo dalla legge sulla correzione retroattiva degli spread bid/offer sui crediti in valuta estera approvata in Ungheria e che interessa anche Cib, la controllata ungherese del gruppo.

''Poiche' Cib Bank intende esercitare il diritto, previsto dalla predetta legge, di avviare un'azione legale per dimostrare che le modifiche delle condizioni applicate ai crediti retail sono state corrette e hanno rispettato la normativa in vigore, i potenziali oneri dei relativi eventuali rimborsi da riconoscere alla clientela non sono ad oggi determinabili. Inoltre non sono ad oggi determinabili i possibili ulteriori oneri derivanti dall'approvazione della normativa, prevista per la seconda meta' dell'anno, in merito alla conversione in fiorini ungheresi dei crediti retail in valuta estera'', conclude la nota.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia