sabato 25 febbraio | 02:03
pubblicato il 01/ago/2014 15:54

Intesa Sp, Messina: vogliamo rimanere in Ungheria, e' core per noi

Da nuova legge bancaria impatti per 65 milioni nel II trimestre (ASCA) - Milano, 1 ago 2014 - L'Ungheria e' "un paese in cui noi vogliamo rimanere, in cui vogliamo continuare operare, quindi non e' un paese che viene classificato come attivita' no-core". Lo ha dichiarato il Ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, dopo l'entrata in vigore della nuova legge approvata in Ungheria e riguardante il sistema bancario locale che ha impattato negativamente sui conti del secondo trimestre per 65 milioni. "Siamo confidenti che la cifra sia sufficiente ma dobbiamo attendere la fine del chiarimento del quadro regolatorio in Ungheria per capire se ci saranno altri impatti sui nostri conti nella seconda parte dell'anno", ha aggiunto. La nuova legge stabilisce l'annullamento e la conseguente correzione retroattiva dello spread denaro/lettera applicato ai crediti retail in valuta estera e delle modifiche delle condizioni applicate ai crediti retail sia in valuta estera sia in valuta locale.

Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech