venerdì 20 gennaio | 13:24
pubblicato il 26/nov/2013 13:14

Intesa SP: con Setefi e Vodafone per agevolare pagamenti pos

Intesa SP: con Setefi e Vodafone per agevolare pagamenti pos

(ASCA) - Roma, 26 nov - Intesa Sanpaolo, Setefi e Vodafone hanno sviluppato una soluzione completa per agevolare l'accettazione dei pagamenti senza contante. E' un esempio di collaborazione unica in Europa, che coinvolge alcuni dei maggiori player nel settore bancario, dei pagamenti elettronici e delle telecomunicazioni. I kit sono composti da uno smartphone o da un tablet Vodafone di ultima generazione con connessione internet veloce e sicura e l'innovativo POS mobile Move and Pay Business di Setefi.

In Italia i pagamenti senza contante sono in crescita, ma la penetrazione dei POS del 26% e' ancora lontana dalla media dei principali paesi europei del 50%. Un forte impulso arrivera' a gennaio dal Decreto Sviluppo bis, quando non solo chi vende beni e servizi, ma anche chi eroga prestazioni professionali, dovra' consentire al cliente di regolare il pagamento con moneta elettronica. Il mercato potenziale e' rappresentato da oltre 1 milione di ''partite iva'' che ancora non hanno un POS, per un volume potenziale di transato quantificabile in circa 90 miliardi di euro.

Intesa Sanpaolo, Setefi e Vodafone hanno unito le rispettive competenze per sviluppare un'offerta completa, che permetta al cliente di accettare pagamenti elettronici ovunque si trovi, puntando sull'ampia diffusione e gradimento degli smartphone (25 milioni di persone in Italia ne hanno uno), dei tablet e dei servizi da essi veicolati. Le proposte commerciali partono da un costo base di 12 euro mensili, che include un tablet di nuova generazione, 4 GB di traffico internet, il servizio Vodafone Rete Sicura (che protegge la navigazione internet direttamente sulla rete) e il lettore POS a canone zero e senza costi di attivazione (il cliente paga una percentuale sulle transazioni, in base all'utilizzo effettivo).

Il POS mobile Move and Pay Business e' un piccolo lettore certificato ai massimi livelli di sicurezza da Visa, MasterCard e Consorzio Bancomat. Si collega allo smartphone e al tablet con il Bluetooth ed e' dotato di tecnologia contactless. Dopo aver scaricato gratuitamente un'applicazione Android oppure iOs, consente di ricevere pagamenti in pochi passaggi, esattamente come gli apparecchi POS presenti nei negozi. L'interfaccia e' particolarmente intuitiva e il dettaglio delle transazioni, visualizzabile on line, si puo' facilmente esportare e rielaborare per una rendicontazione personalizzata degli incassi.

I kit saranno disponibili a partire dal 2 dicembre ed entro fine gennaio nelle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo e presso la forza vendita di Vodafone. Intesa Sanpaolo e Vodafone garantiranno l'assistenza alla clientela attraverso le filiali della Banca, molte delle quali aperte fino alle 20 di sera e il sabato mattina, e con il supporto dei 3.500 agenti Vodafone specializzati in microbusiness e pmi.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Our Place in Space, in mostra l'Universo nelle immagini di Hubble
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale