martedì 06 dicembre | 15:17
pubblicato il 27/giu/2014 12:42

Intesa SP: 1* in Italia a offrire servizio recupero IVA all'estero

Intesa SP: 1* in Italia a offrire servizio recupero IVA all'estero

(ASCA) - Roma, 27 giu 2014 - Intesa Sanpaolo e' la prima banca italiana a offrire il servizio per il recupero dell'IVA pagata all'estero promosso da Visa Europe e valido per 41 paesi stranieri, inclusi tutti gli stati aderenti all'Unione Europea. Grazie alla collaborazione con Visa Europe e alla sua unita' dedicata alle imprese - informa un comunicato - liberi professionisti e aziende possono ottenere il rimborso anche totale delle tasse straniere sugli acquisti effettuati all'estero.

Il rimborso si attiva attraverso la carta Intesa Sanpaolo Visa Commercial, dedicata a liberi professionisti, artigiani, imprese di ogni dimensione e aziende pubbliche. Il servizio si fa carico di tutte le fasi del recupero IVA, dalla ricevuta delle fatture all'accredito finale degli importi sul conto corrente, ed e' due volte piu' veloce rispetto ai tradizionali canali per il recupero delle imposte applicate sul valore aggiunto delle merci nei paesi stranieri. Nella maggior parte dei casi l'IVA pagata all'estero sulle spese aziendali si puo' recuperare in base alle regole e alla normativa del paese in cui si sono effettuati gli acquisti, compresi quelli piu' comuni, come pernottamenti in hotel, pasti, intrattenimenti, telecomunicazioni, mostre, fiere, conferenze, materiali per l'allestimento di stand, noleggio di auto e rifornimenti di carburante. ''Spesso, pero', la complessita' delle procedure e una normativa diversa da stato a stato induce le imprese a rinunciare - spiega Stefano Favale, responsabile del servizio prodotti transazionali di Intesa Sanpaolo. Accade soprattutto quando non si dispone di personale da poter dedicare a questa attivita'. La soluzione che Intesa Sanpaolo offre con Visa consente invece di automatizzare i rimborsi con evidente risparmio di tempo, rendendo possibile il recupero di importi a volte anche consistenti, considerato che i tassi IVA nei paesi UE vanno dal 5% al 27%''.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Fs
Fs: venerdì treni regolari, revocato sciopero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Cina: vino batte riso per prima volta nella storia
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni