mercoledì 18 gennaio | 05:21
pubblicato il 05/giu/2014 11:25

Intesa Sanpaolo: al via seconda emissione obbligazionaria Banca Prossima

(ASCA) - Roma, 5 giu 2014 - Intesa Sanpaolo ha avviato l'offerta al pubblico del secondo titolo obbligazionario ''Serie Speciale Banca Prossima'' dopo il successo della prima emissione, che ha visto il collocamento di 40,13 milioni di euro e il finanziamento di 136 progetti di associazioni ed enti non profit in tutta Italia.

Lo annuncia l'Istituto spiegando che anche questa volta l'intero ammontare della raccolta sara' impiegato per dare credito agevolato alle organizzazioni non profit tramite Banca Prossima, l'istituto del Gruppo Intesa Sanpaolo specializzato nell'economia sociale laica e religiosa.

Il collocamento del Prestito terminera' il 4 luglio 2014, salvo chiusura anticipata. Partecipa al collocamento tutta la rete del Gruppo Intesa Sanpaolo, compresa Intesa Sanpaolo Private Banking. L'ammontare nominale massimo dell'emissione denominata ''Intesa Sanpaolo S.p.A, a Tasso Fisso 1,00% 10/07/2014 - 10/07/2019 ''Serie Speciale Banca Prossima'' e' di 50 milioni di euro e avviene per lotti minimi di 10.000 euro. L'emittente e' Intesa Sanpaolo S.p.A., che girera' i fondi raccolti dal collocamento a Banca Prossima.

La data di emissione e' il 10 luglio 2014, la scadenza il 10 luglio 2019. Il tasso e' dell'1% lordo annuo, inferiore ai tassi di mercato di obbligazioni Intesa Sanpaolo di pari durata. Non sono previste commissioni di collocamento.

Cosi' come per la prima emissione ''Serie Speciale Banca Prossima'', il minor rendimento per il sottoscrittore sara' interamente trasferito a beneficio delle organizzazioni non profit finanziate da Banca Prossima, senza alcuna dispersione di valore.

''Intesa Sanpaolo - ha dichiarato Carlo Messina, amministratore delegato del Gruppo - e' convinta che il Terzo Settore giochi un ruolo fondamentale per la crescita economica e lo sviluppo imprenditoriale del Paese. Per questo abbiamo creato Banca Prossima, che e' divenuta in pochi anni leader nel finanziamento al settore non profit. Il nostro Piano di Impresa, a conferma del sostegno che intendiamo continuare a dare, prevede nei prossimi tre anni finanziamenti al Terzo Settore per 1,2 miliardi di euro attraverso Banca Prossima''.

''La prima emissione Serie Speciale Banca Prossima - ha sottolineato l'amministratore delegato di Banca Prossima, Marco Morganti - e' stata un successo che neppure noi aspettavamo: in pochi giorni sono stati raccolti 40,13 milioni di euro, gia' deliberati per rispondere alle numerose richieste di enti non profit pervenute. Da qui la scelta di lanciare subito questo secondo bond, che verra' collocato attraverso la rete di tutti gli oltre 4.700 sportelli del Gruppo Intesa Sanpaolo, cui si aggiunge questa volta anche Intesa Sanpaolo Private Banking. Il bond ''Serie Speciale Banca Prossima'' e' una proposta trasparente che traduce senza dispersioni la rinuncia fatta dall'obbligazionista in un pari vantaggio di tasso per le non profit''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa