sabato 21 gennaio | 10:33
pubblicato il 15/set/2014 19:22

Inps, Conti: se non cresce Pil pensioni saranno sempre piu' basse

(ASCA) - Roma, 15 set 2014 - Poca crescita e pensioni sempre piu' magre. E' uno dei temi affrontati nel seminario '''Il sistema previdenziale tra sostenibilita' ed adeguatezza'' organizzato da Febaf.

''Il Pil ha un peso rilevante sulla pensione. Se un giovane entra nel mercato del lavoro e vive in un contesto caratterizzato da un crescita di lungo periodo del Pil intorno allo 0,5% all'anno o vive in un contesto con una crescita del Pil dell'1,5% all'anno, le differenze saranno rilevanti sul piano della prestazione pensionistica. Nel primo caso avra' una pensione inferiore anche del 20% rispetto a quella che percepirebbe nel secondo caso'', ha detto Vittorio Conti, Commissario straordinario dell'Inps. men/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Agroalimentare
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Mps
Mps, Vegas: per ripresa contrattazioni titolo aspettiamo il piano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4