martedì 06 dicembre | 22:48
pubblicato il 19/feb/2014 14:21

Inps: Civ stima per il 2014 disavanzo di 12 mld

Inps: Civ stima per il 2014 disavanzo di 12 mld

(ASCA) - Roma, 19 feb 2014 - Il Consiglio di indirizzo e vigilanza dell'Inps stima per il 2014 un disavanzo di oltre 12 miliardi di euro. Il Civ oggi ha approvato infatti, con il voto contrario della Uil, il bilancio di previsione dell'Istituto per l'anno 2014 che evidenzia un disavanzo di 12.021 milioni di euro (+852 milioni alle previsioni 2013).

Il Civ spiega comunque che, per la tempistica di approvazione, il Bilancio approvato non tiene conto ne' della legge di stabilita' 2014 ne' delle previste coperture dei disavanzi economici annuali della CTPS (gestione dei trattamenti pensionistici ai dipendenti dello Stato nell'ambito del soppresso INPDAP), che determineranno un avanzo patrimoniale di circa 21 miliardi.

Tale avanzo sara' rilevato in occasione della prima nota di variazione al bilancio di previsione 2014 che il Civ invita a predisporre in tempi brevi.

Gli altri dati di previsione per quest'anno, indicano 211.073 milioni di entrate contributive, (+922 milioni rispetto al 2013) e 304.724 milioni di prestazioni istituzionali, (+1.009 milioni rispetto al 2013). In particolare la spesa per prestazioni pensionistiche e' risultata pari a 269.464 milioni (+3.472 milioni rispetto al 2013); 11.997 milioni di disavanzo economico di esercizio (-2.410 milioni rispetto al al 2013); 4.529 milioni di disavanzo patrimoniale al 31 dicembre 2014.

''Nell'approvare il bilancio di previsione dell'Inps 2014 - si legge in una nota - il Civ ribadisce la necessita' di monitore attentamente gli equilibri di bilancio di tutti i fondi e le gestioni previdenziali amministrate dall'INPS che presentano un trend negativo, per le quali e' necessario trovare soluzioni legislative da parte dei Ministeri vigilanti''.

''Dal bilancio di previsione - prosegue la nota - si rileva altresi', che in applicazione delle numerose disposizioni legislative emanate negli ultimi anni, l'Istituto ha realizzato risparmi della spesa di funzionamento per oltre 500 milioni. Tuttavia, nel 2014 i predetti risparmi non costituiscono per l'Inps una economia che migliora l'avanzo economico - patrimoniale del bilancio, bensi' un onere posto annualmente a carico delle gestioni previdenziali in quanto gli stessi devono essere trasferiti al bilancio dello Stato''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Borsa
Seduta sprint per Piazza Affari (+4,15%), maxi-rimbalzo banche
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni