venerdì 20 gennaio | 05:16
pubblicato il 13/giu/2014 12:33

Inflazione: Confcommercio, senza crescita resta rischio deflazione

(ASCA) - Roma, 13 giu 2014 - ''La conferma del calo mensile, il quinto da settembre 2013, e il rallentamento del tasso di variazione tendenziale sono dati che, pur contribuendo in larga misura a restituire fiducia alle famiglie, non devono far trascurare i rischi di una possibile deflazione. Un fenomeno che gia' interessa la componente relativa ai beni e che rischia di estendersi a tutto il sistema''. Questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati Istat di oggi sull'inflazione. ''Una dinamica contenuta dei prezzi, come quella che da mesi sta sperimentando la nostra economia - prosegue la nota - e' un elemento positivo se si accompagna alla crescita, ma dannoso in un contesto di stagnazione quale e' quella che stiamo attraversando. E questo, peraltro, e' un rischio che, come segnalato dalle recenti decisioni della Bce, non interessa solo il nostro paese ma tutta l'area dell'euro''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale