domenica 04 dicembre | 15:43
pubblicato il 10/giu/2013 13:11

Industria: Uilm, ci vuole un preciso modello di sviluppo

(ASCA) - Roma, 10 giu - Un preciso modello di sviluppo. Lo chiede la Uilm nell'editoriale del suo giornale ''Fabbrica societa''', on line da questa mattina.''Sindacati e imprese - scrive Antonello Di Mario,direttore del giornale - da tempo si ritrovano a sollecitare un piano industriale certo a favore del Paese, basato su azioni sistematiche e sorretto da una precisa volonta' politica. Insomma, bisogna fare sistema.

L'Italia ha registrato dallo scorso mese di marzo un crollo della produzione industriale del 5,2%, superiore di quasi quattro punti a Germania e Francia. Un sonoro campanello d'allarme in un momento che la politica, al di la' dei buoni propositi, proprio non ce la fa''. Cosa fare? ''Bene la lotta alla disoccupazione - scrive Di Mario - perche' alle nuove generazioni si aprano urgentemente gli spazi affinche' la fatica sia ricompensata ed il merito riconosciuto''. Ma non puo' bastare. ''Per raggiungere l'obiettivo - si legge nelle conclusioni dell'editoriale - pero', ci vuole una parallela azione a favore dell'industria e del manifatturiero, in particolare. Sindacati ed imprese, senza paura di cambiare, devono ora spingere a favore di un nuovo modello di sviluppo riguardante le grandi e medie aziende, il capitalismo delle reti e il lavoro della conoscenza. Confidando che la politica vada loro dietro''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari