domenica 26 febbraio | 09:29
pubblicato il 18/set/2014 16:01

Industria, Squinzi: adottare senza indugi credito imposta ricerca

Costa poco, c'e' in tutta Europa (ASCA) - Roma, 18 set 2014 - Il credito di imposta per l'innovazione e la ricerca va adottato "senza altri indugi" perche' costa poco e rende competitive le imprese. Questo il monito arrivato dal presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso di un suo intervento a un convegno sulle telecomunicazioni organizzato da Asstel. "In Italia - ha detto Squinzi - va avviata una fase di sostegno reale all'industria con strumenti semplici, rapidi e di immediata attuazione. Il credito d'imposta in innovazione e ricerca costa poco e restituisce competitivita' alle imprese e risorse a lungo termine allo Stato". "C'e' in tutta Europa - ha incalzato Squinzi - e funziona. Adottiamolo senza altri indugi". Per il presidente di Confindustria "l'obiettivo della crescita e dell'occupazione deve orientare tutte le nostre azioni, scelte e decisioni a livello di imprese, Confindustria, governo e istituzioni europee se vogliamo rispondere ad una situazione estremamente seria".

Rbr/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech