sabato 21 gennaio | 22:48
pubblicato il 18/set/2014 16:01

Industria, Squinzi: adottare senza indugi credito imposta ricerca

Costa poco, c'e' in tutta Europa (ASCA) - Roma, 18 set 2014 - Il credito di imposta per l'innovazione e la ricerca va adottato "senza altri indugi" perche' costa poco e rende competitive le imprese. Questo il monito arrivato dal presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso di un suo intervento a un convegno sulle telecomunicazioni organizzato da Asstel. "In Italia - ha detto Squinzi - va avviata una fase di sostegno reale all'industria con strumenti semplici, rapidi e di immediata attuazione. Il credito d'imposta in innovazione e ricerca costa poco e restituisce competitivita' alle imprese e risorse a lungo termine allo Stato". "C'e' in tutta Europa - ha incalzato Squinzi - e funziona. Adottiamolo senza altri indugi". Per il presidente di Confindustria "l'obiettivo della crescita e dell'occupazione deve orientare tutte le nostre azioni, scelte e decisioni a livello di imprese, Confindustria, governo e istituzioni europee se vogliamo rispondere ad una situazione estremamente seria".

Rbr/Ral

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4