martedì 21 febbraio | 06:31
pubblicato il 16/apr/2014 15:08

Industria: Mise, a febbraio iscritte 1.719 startup innovative

(ASCA) - Roma, 16 apr 2014 - A febbraio iscritte 1719 startup innovative: 30% nel Nord-Ovest, il 28% nel Nord-Est, 23%, al Centro e 19% nell'Italia meridionale e insulare.

La distribuzione settoriale evidenzia il 78% in servizi, 4% nel commercio, ma esempi anche nel campo del turismo e dell'agricoltura. E' on line sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico la prima Relazione annuale sullo stato d'attuazione della politica del Governo a sostegno dell'ecosistema delle startup innovative, presentata dal Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi lo scorso marzo alle Camere.

La Relazione - si legge - espone le risultanze empiriche derivate dal primo anno di attuazione del pacchetto normativo (articoli 25-32 del DL 179/2012 - ''Decreto Crescita 2.0'') che, in modo inedito, ha introdotto una definizione di startup innovativa e ha tracciato un'ampia gamma di agevolazioni a favore di tale tipologia d'impresa. La raccolta sistematica dei dati e la capillare attivita' di monitoraggio e valutazione consentiranno, sin dalla prossima Relazione, di fornire anche indicazioni sull'impatto delle misure adottate.

A febbraio quindi risultavano iscritte 1.719 startup innovative, alla sezione speciale del registro delle imprese: il 30% nel Nord-Ovest, il 28% nel Nord-Est, 23% al Centro e 19% nell'Italia meridionale e insulare. Lombardia, Emilia Romagna e Lazio, Milano, Roma e Torino le regioni e le province piu' popolose. Guardando alla distribuzione settoriale, il 78% delle startup innovative opera nei servizi (in particolare nella produzione di software e nelle attivita' di ricerca e sviluppo), il 18% nell'industria e nell'artigianato, il 4% nel commercio, ma non mancano esempi di startup attive nel campo del turismo e dell'agricoltura.

Sono 19, infine, gli incubatori certificati, strutture dotate di un'esperienza consolidata nell'attivita' di sostegno alle startup innovative.

''Le startup innovative sono al centro della strategia di rilancio del sistema produttivo nazionale cui stiamo lavorando'' ha commentato il Ministro Guidi. ''Sostenendo la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative vogliamo favorire un approccio di politica industriale premiante per quelle aziende capaci di incidere profondamente sulla competitivita' e sulla produttivita' del nostro tessuto economico, generando effetti positivi sull'occupazione, in particolare giovanile. Sotto la mia direzione, l'impegno del Ministero dello Sviluppo economico su questo fronte viene, se possibile, ulteriormente rafforzato: diverse sono infatti le nuove misure attualmente in fase di studio, tra queste e' ormai prossimo al lancio il programma Italia Startup Visa, il cui obiettivo e' la semplificazione del meccanismo di concessione di visti per i cittadini extra-Ue che intendono avviare una startup innovativa in Italia''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia