giovedì 19 gennaio | 03:26
pubblicato il 20/feb/2013 15:17

Industria: Cisl, sblocco immediato fondi per edilizia e nuovi progetti

(ASCA) - Roma, 20 feb - ''I dati sul fatturato industriale confermano che l'ultimo scorcio del 2012 ha significato, per l'economia nazionale, l'avvitarsi di una recessione gia' ampiamente annunciata. Si sono sommati, infatti, gli effetti di un crollo drammatico della domanda interna, con una riduzione del 21,4% degli ordinativi nell'arco di un anno, e della recessione a livello europeo, maturata nell'ultimo trimestre 2012''. Lo sostiene in una nota il segretario confederale della Cisl Luigi Sbarra, commentando i dati Istat sul fatturato industriale a dicembre 2012, che mostrano una riduzione del 2,1% sul trimestre precedente e del -9,2 rispetto a dicembre 2011. ''Se c'e' stata una stabilizzazione della finanza nazionale ed europea - sottolinea Sbarra- l'economia reale, al contrario, sta dando segni di drammatico cedimento, sul piano dell'occupazione, della produzione e dei consumi''. ''La situazione della domanda interna - prosegue - che vede un calo dei consumi ben oltre alla disponibilita' di reddito, e' frutto anche di grandi incertezze delle famiglie e delle imprese sul proprio futuro, inoltre il settore delle costruzioni, il volano principale dell'economia interna ha pagato piu' di altri un costo altissimo alla crisi per il blocco degli investimenti e la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro. L'unico elemento positivo rimane la relativa tenuta delle capacita' d'esportazione dell'industria manifatturiera. Il programma politico del nuovo governo dovra' restituire fiducia e un orizzonte di crescita per il paese, attivando tutte le risorse di progettualita', tecnologia e le risorse finanziarie di cui l'Italia dispone, a partire dallo sblocco immediato dei fondi disponibili per l'edilizia, non spesi per i vincoli del patto di stabilita', circa 39 miliardi secondo le stime dell'Ance''. ''Il coinvolgimento delle parti sociali nella concertazione della crescita - conclude - dovra' essere un momento fondamentale del programma, come assunzione piena di responsabilita' e azioni condivise delle forze vive del lavoro e delle imprese''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina