sabato 03 dicembre | 01:36
pubblicato il 19/apr/2013 13:48

Industria: Cia, agroalimentare resiste a crisi e crollo dei consumi

Industria: Cia, agroalimentare resiste a crisi e crollo dei consumi

(ASCA) - Roma, 19 apr - Mentre il fatturato dell'industria scende ancora a febbraio, segnando il 14esimo calo tendenziale a -4,7%, l'agroalimentare continua a 'tenere' sui mercati e a registrare un +0,5 per cento di ricavo. A dispetto della crisi e nonostante il crollo dei consumi interni. Lo afferma la Confederazione italiana agricoltori (Cia), in merito ai dati diffusi dall'Istat.

Il settore dell'auto, che da sempre e' stato un traino dell'industria 'made in Italy', e' in profonda sofferenza - osserva la Cia - con riduzioni drastiche a febbraio sia a livello di produzione (-16,6%), sia di ordinativi (-14,1%), sia di fatturato (-18,1%). All'opposto, il segmento alimentari e bevande resiste meglio degli altri comparti alla congiuntura negativa e anche a febbraio riesce ad aumentare la produzione (+3,5%), a non perdere ordini e, soprattutto, a mantenere il fatturato in territorio positivo (+0,5%).

Questo significa - sostiene l'associazione di categoria - che il nostro agroalimentare e' sempre piu' strategico e che oggi puo' rappresentare davvero un volano per la ripresa del Paese. Ecco perche' - osserva la Cia - e' sempre piu' urgente agire con una valorizzazione adeguata del comparto, costruendo una vera politica per l'agroalimentare 'made in Italy' che finora non c'e' mai stata, con misure di sostegno 'ad hoc' a cominciare dall'agricoltura, che fornisce all'industria oltre i due terzi dei suoi prodotti. D'altra parte - conclude la Cia - gia' oggi il nostro agroalimentare riesce a muovere ogni anno quasi 250 miliardi di euro, circa un quarto del Pil, trascinato in alto dalle performance eccezionali di prodotti come il vino, che tocca i 14 miliardi di euro di fatturato annuo complessivo (4,7 miliardi solo con l'export); la pasta con un giro d'affari di oltre 4,5 miliardi (di cui il 40 per cento destinato ai mercati oltreconfine); l'olio con un fatturato di 3 miliardi (di cui 1,2 miliardi attraverso le esportazioni). com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari