lunedì 16 gennaio | 16:42
pubblicato il 13/ago/2013 19:04

India: revisore, irregolarita' in acquisto elicotteri AgustaWestland

(ASCA) - Roma, 13 ago - L'autorita' indiana di revisione ritiene che il governo di Nuova Delhi non abbia seguito le regole sugli appalti pubblici nel concedere l'ordine da 560 milioni di euro (744,43 milioni di dollari) per 12 elicotteri Aw101 prodotti da AgustaWestland, societa' del gruppo Finmeccanica.

In una relazione presentata oggi in Parlamento, l'Auditor Generale ha affermato che ''il costo di riferimento previsto dal contratto negoziato sia irragionevolmente alto in relazione ai costi di offerta''.

''Sono state analizzate diverse situazioni in cui il ministero non ha rispettato le disposizioni della Defence procurement policy del 2006 e della Request for proposals'', ha poi aggiunto, secondo quanto scrive l'agenzia Pti.

Nel febbraio scorso l'India ha congelato i pagamenti nei confronti della compagnia italiana dopo la consegna di tre elicotteri. Sia in India sia in Italia sono state aperte indagini sull'ipotesi che AgustaWestland abbia pagato delle tangenti per aggiudicarsi la commessa nel 2010.

rba/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow