martedì 28 febbraio | 16:13
pubblicato il 20/nov/2013 15:40

Indesit: Fim-Cisl, la trattativa sul piano va ripresa quanto prima

(ASCA) - Roma, 20 nov - ''L'avvio delle procedure di mobilita' e' inaccettabile e va contrastata soprattutto con la ripresa rapida della trattativa, perche' l'accordo e' a portata di mano''. Lo afferma in una nota il segretario generale della Fim-Cisl, Giuseppe Farina, ricordando che ''grazie alla mobilitazione dei lavoratori e alla trattativa sindacale il piano industriale presentato dall'azienda e' cambiato in modo significativo, e si sono create oggi le condizioni per concludere un positivo accordo di riorganizzazione che rilancia le prospettive e la continuita' produttiva degli stabilimenti italiani e difende l'occupazione del Gruppo''. ''Siamo convinti - conclude il sindacalista - che i lavoratori di Indesit sapranno valutare la differenza tra quello che puo' rappresentare un buon accordo sindacale, la mobilita' che propone l'azienda e il caos che propone la Fiom''.

com-drc/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Welfare
Inps: al via nuovo piano assistenza per 30mila non autosufficienti
Taxi
Taxi, Cgia Mestre: in Italia i costi di gestione più alti dell'Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech