lunedì 23 gennaio | 09:54
pubblicato il 23/set/2013 18:44

Indesit: Ficco (Uilm), apre a modifiche Piano ma parti ancora distanti

(ASCA) - Roma, 23 set - ''Di positivo c'e' che Indesit non considera piu' immodificabile il piano industriale presentatoci il 4 giugno, ma nel merito siamo ancora molto lontani''. Cosi' Gianluca Ficco, coordinatore nazionale Uilm del settore elettrodomestici, commenta il parziale cambiamento di atteggiamento di Indesit emerso oggi al tavolo del Ministero dello Sviluppo economico.

''Le modifiche prospettate da Indesit - spiega Ficco - sono innanzitutto insufficienti, poiche' ridurrebbero solo in parte gli esuberi da 1.400 a 1.125, e sono per giunta condizionate da parte aziendale sia all'effettiva possibilita' di accedere ai benefici del Contratto di Sviluppo, sia alla rivisitazione del premio di gruppo. Infine Indesit ha anche sottolineato che, in caso di utilizzo di un percorso lungo di ammortizzatori sociali, 330 lavoratori avrebbero la possibilita' di agganciare la pensione, tuttavia per noi non ha senso discutere di ammortizzatori sociali finche' non si arriva ad un piano industriale solido e credibile''.

Il prossimo incontro e' stato fissato dal Ministero dello Sviluppo economico per il giorno 14 di ottobre.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4