lunedì 05 dicembre | 03:51
pubblicato il 22/giu/2016 11:30

Inail: 694 i morti sul lavoro nel 2015, aumentano le denunce

26 i casi in sospeso. Trend in calo del 20% rispetto al 2011

Inail: 694 i morti sul lavoro nel 2015, aumentano le denunce

Roma, 22 giu. (askanews) - Tornano ad aumentare le denunce di infortunio mortale sul lavoro: nel 2015 sono state 1.246 (erano 1.152 nel 2014, 1.395 nel 2011). Gli infortuni mortali accertati "sul lavoro" sono stati 694, di questi ben 382, ossia il 55%, sono avvenuti fuori dalle aziende. Restano in sospeso 26 casi, per cui è in corso un processo amministrativo: se fossero tutti riconosciuti come morti sul lavoro, si avrebbe un aumento dell'1,7% rispetto al 2014. Se, invece, non fosse così si avrebbe un calo del 2%. Rispetto al 2011, comunque, il trend mostra una riduzione del 20%. E' quanto emerge dalla relazione annuale dell'Inail.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari