mercoledì 18 gennaio | 19:17
pubblicato il 28/mag/2014 12:00

In Italia 2 pizze su 3 sono "straniere", addio dal 25% italiani

Coldiretti: Boom per la pasta fatta con 100% di grano italiano

In Italia 2 pizze su 3 sono "straniere", addio dal 25% italiani

Napoli, 28 mag. (askanews) - Quasi due pizze su tre (63%) servite in Italia sono ottenute da un mix di farina, pomodoro, mozzarelle e olio provenienti da migliaia di chilometri di distanza senza alcuna indicazione per i consumatori che hanno rinunciato del tutto ad andare in pizzeria (25%) o hanno ridotto le presenze (40%) rispetto a prima della crisi secondo l'indagine Ixè. E' quanto emerge dal dossier "La crisi nel piatto degli italiani nel 2014", illustrato a Napoli dal presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo. Il rapporto analizza, per la prima volta, anche cosa c'è di diverso con la crisi nei piatti più rappresentativi della tradizione alimentare italiana. Dal dossier si evidenzia che - ha sottolineato la Coldiretti - si è verificata una rivoluzione storica per la pasta registrando una produzione completa di grano italiano al 100% che è iniziata ed esplosa proprio negli anni della crisi. In Italia, sempre più spesso nelle pizzerie viene servito un prodotto preparato - ha sottolineato la Coldiretti - con mozzarelle ottenute non dal latte ma da semilavorati industriali, le cosiddette cagliate, provenienti dall'Est Europa, pomodoro cinese o americano invece di quello nostrano, olio di oliva tunisino e spagnolo oppure olio di semi al posto dell'extravergine italiano e farina francese, tedesca o ucraina che sostituisce quella ottenuta dal grano nazionale. Secondo il dossier, nel 2013, in Italia sono stati importati 481 milioni di chili d'olio di oliva e sansa, oltre 80 milioni di chili di cagliate per mozzarelle, 105 milioni di chili di concentrato di pomodoro dei quali 58 milioni dagli Usa e 29 milioni dalla Cina e 3,6 miliardi di chili di grano tenero con una tendenza all'aumento del 20% nei primi due mesi del 2014. Una fiume di materia prima che - ha sottolineato la Coldiretti - ha, purtroppo, compromesso notevolmente l'originalità tricolore del prodotto servito nelle 50mila pizzerie presenti in Italia che generano un fatturato stimato di 10 miliardi, ma non offrono alcuna garanzia al consumatore sulla provenienza degli ingredienti utilizzati.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina