giovedì 23 febbraio | 17:54
pubblicato il 28/mag/2014 12:00

In Italia 2 pizze su 3 sono "straniere", addio dal 25% italiani

Coldiretti: Boom per la pasta fatta con 100% di grano italiano

In Italia 2 pizze su 3 sono "straniere", addio dal 25% italiani

Napoli, 28 mag. (askanews) - Quasi due pizze su tre (63%) servite in Italia sono ottenute da un mix di farina, pomodoro, mozzarelle e olio provenienti da migliaia di chilometri di distanza senza alcuna indicazione per i consumatori che hanno rinunciato del tutto ad andare in pizzeria (25%) o hanno ridotto le presenze (40%) rispetto a prima della crisi secondo l'indagine Ixè. E' quanto emerge dal dossier "La crisi nel piatto degli italiani nel 2014", illustrato a Napoli dal presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo. Il rapporto analizza, per la prima volta, anche cosa c'è di diverso con la crisi nei piatti più rappresentativi della tradizione alimentare italiana. Dal dossier si evidenzia che - ha sottolineato la Coldiretti - si è verificata una rivoluzione storica per la pasta registrando una produzione completa di grano italiano al 100% che è iniziata ed esplosa proprio negli anni della crisi. In Italia, sempre più spesso nelle pizzerie viene servito un prodotto preparato - ha sottolineato la Coldiretti - con mozzarelle ottenute non dal latte ma da semilavorati industriali, le cosiddette cagliate, provenienti dall'Est Europa, pomodoro cinese o americano invece di quello nostrano, olio di oliva tunisino e spagnolo oppure olio di semi al posto dell'extravergine italiano e farina francese, tedesca o ucraina che sostituisce quella ottenuta dal grano nazionale. Secondo il dossier, nel 2013, in Italia sono stati importati 481 milioni di chili d'olio di oliva e sansa, oltre 80 milioni di chili di cagliate per mozzarelle, 105 milioni di chili di concentrato di pomodoro dei quali 58 milioni dagli Usa e 29 milioni dalla Cina e 3,6 miliardi di chili di grano tenero con una tendenza all'aumento del 20% nei primi due mesi del 2014. Una fiume di materia prima che - ha sottolineato la Coldiretti - ha, purtroppo, compromesso notevolmente l'originalità tricolore del prodotto servito nelle 50mila pizzerie presenti in Italia che generano un fatturato stimato di 10 miliardi, ma non offrono alcuna garanzia al consumatore sulla provenienza degli ingredienti utilizzati.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech