lunedì 05 dicembre | 03:34
pubblicato il 08/set/2014 19:02

In 3 anni 20 mld di tasse in più su famiglie e imprese

Allarme Confesercenti: no ripresa nel 2014, Pil cala dello 0,2%

In 3 anni 20 mld di tasse in più su famiglie e imprese

Roma, (askanews) - Una stangata da 20 miliardi di tasse si è abbattuta, in tre anni, su famiglie e imprese. A lanciare l'allarme è la Confesercenti in un rapporto realizzato in collaborazione con il Ref.L'associazione dei commercianti, guidata da Marco Venturi, punta il dito contro il federalismo che "ha prodotto l'effetto nefasto di raddoppiare l'imposizione", ha sottolineato Venturi. Il risultato è stato che, dal 2009 al 2012, le famiglie e le imprese hanno pagato 20 miliardi di maggiori imposte e tariffe."Con una pressione fiscale reale intorno al 55% - ha aggiunto - noi non possiamo pensare di crescere".E secondo le previsioni Confesercenti-Ref, per uscire dalla recessione dovremo aspettare il prossimo anno perché nel 2014 il Pil calerà dello 0,2%.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari