sabato 21 gennaio | 14:40
pubblicato il 08/set/2014 19:02

In 3 anni 20 mld di tasse in più su famiglie e imprese

Allarme Confesercenti: no ripresa nel 2014, Pil cala dello 0,2%

In 3 anni 20 mld di tasse in più su famiglie e imprese

Roma, (askanews) - Una stangata da 20 miliardi di tasse si è abbattuta, in tre anni, su famiglie e imprese. A lanciare l'allarme è la Confesercenti in un rapporto realizzato in collaborazione con il Ref.L'associazione dei commercianti, guidata da Marco Venturi, punta il dito contro il federalismo che "ha prodotto l'effetto nefasto di raddoppiare l'imposizione", ha sottolineato Venturi. Il risultato è stato che, dal 2009 al 2012, le famiglie e le imprese hanno pagato 20 miliardi di maggiori imposte e tariffe."Con una pressione fiscale reale intorno al 55% - ha aggiunto - noi non possiamo pensare di crescere".E secondo le previsioni Confesercenti-Ref, per uscire dalla recessione dovremo aspettare il prossimo anno perché nel 2014 il Pil calerà dello 0,2%.

Gli articoli più letti
Bankitalia
Bankitalia: inflazione risale a 1,3% nel 2017, rischi da salari
Bankitalia
Bankitalia: crescita prosegue, Pil 2017 a +0,9% e 2018 a +1,1%
Bankitalia
Bankitalia: disoccupazione resta elevata, calo solo graduale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4