martedì 28 febbraio | 18:42
pubblicato il 06/giu/2013 18:12

Imu: Rete imprese, pressione fiscale insostenibile. Va modificata

(ASCA) - Roma, 6 giu - L'Imu ha un effetto negativo sul patrimonio immobiliare, in particolare sui settori dei servizi e della produzione che non hanno beneficiato, in alcun modo, di qualche attenuazione dell'imposta, ne' in fase di determinazione della base imponibile da parte dello Stato, ne' in fase di determinazione delle aliquote da parte dei Comuni. E' quanto si legge in una nota di Rete Imprese Italia in occasione dell'audizione presso la Commissione Finanze del Senato in materia di tassazione degli immobili.

Per Rete Imprese Italia l'Imu va, dunque, modificata perche', ''in una fase in cui la crisi sembra non finire mai e con una pressione fiscale gia' a livelli record, continuare a gravare in maniera cosi' consistente le imprese, soprattutto quelle del terziario di mercato e dell'artigianato, non solo si penalizzano le loro potenzialita' di crescita, ma si mette a rischio la loro stessa sopravvivenza''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Welfare
Inps: al via nuovo piano assistenza per 30mila non autosufficienti
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Europa: porta aperte alla Cina nel segno del Turismo
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech