lunedì 05 dicembre | 09:45
pubblicato il 06/nov/2013 18:09

Imu: Lupi, impegno cancellazione non si discute. Troveremo risorse

(ASCA) - Roma, 6 nov - ''Qualunque governo ma in particolare il nostro, non puo' permettersi, laddove ha preso degli impegni formali, di non mantenerli''. A dirlo e' il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, intervenuto a Effetto Giorno, su Radio24, parlando dell'Imu.

''Non e' un problema di merito - aggiunge il ministro - e' un problema di credibilita' dell'azione di un governo. C'e' stata una conferenza stampa, c'e' stato un primo provvedimento che ha visto l'abrogazione della prima rata sulla prima casa e in quell'occasione il presidente del Consiglio e tutto il governo ha detto che tutti gli italiani non avrebbero pagato la seconda rata. Questa e' una certezza e non un dubbio perche' altrimenti non saremmo credibili su nessun'altro provvedimento che noi proponiamo agli italiani.

E noi abbiamo bisogno di queste certezze''. ''Quindi il compito- conclude il ministro - sara' quello di lavorare in queste settimane perche' questo impegno si mantenga. Non e' in discussione l'impegno, si sta lavorando per trovare le coperture, che saranno trovate, come sempre sono state trovate nella discussione tra i diversi ministeri''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari