venerdì 24 febbraio | 12:02
pubblicato il 14/mar/2013 12:35

Imprese: Mise, operativa riforma incentivi, 600 mln disponibili

(ASCA) - Roma, 14 mar - La riforma degli incentivi alle imprese, introdotta dal decreto Sviluppo dello scorso giugno, e' ormai operativa. Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera e il ministro dell'Economia Vittorio Grilli hanno infatti siglato il decreto interministeriale che disciplina le modalita' di intervento del nuovo Fondo per la Crescita Sostenibile. Con l'adozione di questo provvedimento, rileva un comunicato, si completa il processo di riforma degli incentivi alle imprese del Mise, che prevede l'abrogazione di 43 norme nazionali di agevolazione e ulteriori numerose misure di semplificazione che accelereranno l'impiego di gran parte dei regimi di aiuto esistenti. Il Fondo per la Crescita Sostenibile consente di avviare una innovativa modalita' di interventi in favore della competitivita' delle imprese, introducendo profonde innovazioni dei meccanismi di intervento che consentono: di focalizzare i finanziamenti su pochi obiettivi ritenuti strategici per lo sviluppo del Paese: ricerca, sviluppo e innovazione; rafforzamento della struttura produttiva; internazionalizzazione delle imprese; di concentrare le risorse disponibili su un'unica fonte finanziaria, evitandone la dispersione su una pluralita' di interventi, utilizzando come strumento prevalente di intervento il finanziamento agevolato ed eliminando i contributi a fondo perduto.

Gli interventi saranno fortemente ancorati al Programma quadro ''Horizon 2020'', che costituisce il quadro di riferimento comunitario per le azioni europee a sostegno della ricerca e sviluppo.

Il fondo ha una dotazione iniziale di circa 600 ml di euro, a cui potranno aggiungersi i finanziamenti agevolati di Cassa Depositi e Prestiti, il cui effettivo ammontare sara' determinato con un ulteriore decreto di concerto con il Ministero dell'Economia in corso di adozione.

Subito dopo la registrazione del decreto da parte della Corte dei Conti, potranno partire i primi bandi per l'attuazione degli interventi.

''Con la definizione di questo decreto, rendiamo pienamente operativa la riforma degli incentivi del ministero dello Sviluppo economico varata con il decreto sviluppo dello scorso giugno'' ha dichiarato il ministro Corrado Passera.

''Si tratta di una semplificazione attesa da diversi anni che consentira' di concentrare gli interventi su un numero limitato e funzionale di strumenti e su aree prioritarie di intervento: innovazione, internazionalizzazione e risoluzione di crisi industriali. Si chiude finalmente la stagione degli interventi a fondo perduto e si inquadra la politica di incentivazione all'interno di una cornice europea'' ha concluso Passera.

com/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech