domenica 22 gennaio | 04:47
pubblicato il 20/feb/2013 13:08

Imprese: Istat, vendite all'estero +11% tra 2010 e 2012

(ASCA) - Roma, 20 feb - Tra gennaio-novembre 2010 e gennaio-novembre 2012 le 45 mila imprese manufatturiere esportatrici italiane hanno complessivamente auumentato le vendite all'estero di circa l'11%. E' quanto emerge dal primo rapporto sulla competitivita' dei settori produttivi diffuso oggi dall'Istat.

Circa meta' delle imprese considerate ha aumentato le proprie esportazioni per un valore complessivo di 56 miliardi di euro, le altre invece le hanno ridotte per 30 miliardi di euro.

Il 35,7% delle imprese (circa 16 mila unita') ha aumentato l'export sia verso l'area Ue sia verso i paesi extraeuropei; il 16% (circa 7.200 unita') ha invece diminuito le vendite in entrambe le aree di sbocco. Un numero rilevante di imprese (circa 9 mila, il 20% del totale) ha incrementato le vendite all'estero, consolidando la propria posizione nell'Ue ma perdendo posizioni verso l'area extra Ue.

tgl/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4