sabato 03 dicembre | 19:13
pubblicato il 09/dic/2015 12:14

Imprese, Istat: crolla spesa per investimenti, -13,5% dal 2012

Maglia nera alle aziende del settore costruzioni

Imprese, Istat: crolla spesa per investimenti, -13,5% dal 2012

Roma, 9 dic. (askanews) - Crolla la spesa per investimenti delle aziende. Nel 2013 le imprese industriali e dei servizi hanno sostenuto una spesa per investimenti fissi lordi di 79,4 miliardi di euro in calo del 13,5% rispetto al 2012. Le imprese dei servizi hanno realizzato una spesa per investimenti di 41,8 miliardi di euro (-13,6%), l'industria in senso stretto ha investito per 33,8 miliardi di euro (-10,8%), le costruzioni per 3,8 miliardi di euro (-30,7%). E' la fotografia scattata dall'Istat nel report "Struttura e competitività del sistema delle imprese industriali e dei servizi" nel 2013.

Gli investimenti per addetto, circa 5.000 euro, variano con la dimensione delle imprese, risultando più consistenti nelle medie e nelle grandi imprese (rispettivamente 6.100 e 10.400 euro) rispetto alle micro (2.900 euro) e alle imprese con 10-49 addetti (3.700 euro). L'indicatore risulta più elevato nell'industria in senso stretto (8.400 euro), mentre nei servizi e nelle costruzioni è pari, rispettivamente, a 4.000 e a 2.600 euro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari