domenica 04 dicembre | 07:14
pubblicato il 05/lug/2013 13:25

Imprese: da Bei e Intesa Sanpaolo oltre 650 mln per Pmi

(ASCA) - Roma, 5 lug - La Banca europea per gli investimenti (BEI) e il Gruppo Intesa Sanpaolo hanno definito sei nuovi accordi per finanziamenti a medio-lungo termine, destinati a imprese italiane, per un importo complessivo pari a 661 milioni di euro. L'iniziativa - si legge in una nota - si inserisce nell'ambito dei rapporti consolidati tra BEI e Intesa Sanpaolo ed e' volta a rafforzare ulteriormente il supporto offerto al settore produttivo italiano, a mitigare gli effetti della crisi finanziaria e a contribuire all'avvio del processo di ripresa. All'interno del plafond di 661 milioni di euro complessivi messi a disposizione dalla BEI sono stati individuati sei settori di intervento che coinvolgeranno nello specifico alcune societa' del Gruppo Intesa Sanpaolo. Oltre ai finanziamenti per le piccole e medie imprese (PMI), parte delle linee saranno messe a disposizione per investimenti delle aziende attive nel comparto delle energie rinnovabili.

Di particolare rilievo l'operazione per i prestiti agli studenti e Parma social housing, prima operazione del genere in Italia, resa possibile grazie alla collaborazione tra la BEI e il Gruppo Intesa Sanpaolo. ''L'operativita' con Intesa Sanpaolo, uno dei nostri principali partner in Europa, e' determinante per far affluire le risorse della BEI al sistema economico italiano, in cui le PMI svolgono un ruolo cruciale. Una soddisfazione particolare per i due finanziamenti innovativi dedicati, rispettivamente, agli studenti universitari e all'edilizia residenziale a Parma: sono il segno che con la collaborazione del mondo bancario l'Europa ha gli strumenti per poter essere vicina ai suoi cittadini e sostenerli nelle loro esigenze essenziali'', ha commentato Dario Scannapieco, Vice Presidente BEI responsabile per le operazioni in Italia, Malta e Balcani Occidentali. ''L'iniziativa attuata in sinergia con la Banca Europea per gli Investimenti fornisce una testimonianza tangibile di come l'Unione Europea favorisca significativamente la messa a fattor comune di risorse e competenze fra i paesi membri, permettendo la realizzazione di interventi che vadano nella direzione della crescita e dello sviluppo sostenibile. Grazie a questi accordi, mettiamo a disposizione dell'economia reale un contributo finanziario significativo per la ripresa del ciclo economico.'' ha dichiarato Enrico Cucchiani, Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo. ''I nuovi accordi destinati a finanziamenti a medio-lungo termine seguono infatti un obiettivo ben preciso: concentrare i nostri sforzi e le nostre energie sulla crescita delle imprese di medie e piccole dimensioni, che ancora oggi costituiscono l'asse portante del tessuto produttivo italiano. Intesa Sanpaolo prosegue dunque, attraverso azioni concrete e focalizzate al massimo risultato, la sua azione di sostegno ai settori cruciali per il processo di innovazione del nostro Paese''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari