mercoledì 22 febbraio | 03:11
pubblicato il 20/mar/2014 17:26

Immobiliare: la casa finanzia i bambini, al via progetto vendite online

(ASCA) - Roma, 20 mar 2014 - Appartamenti e locali commerciali, porzioni di immobili e anche terreni agricoli: da oggi i lasciti immobiliari di Unicef saranno messi in vendita attraverso la piattaforma online di Immobiliare.it.

Una grossa novita', che sancisce un nuovo modo di raccogliere fondi per tutto il mondo del non profit e che - riferisce ''Il Ghirlandaio.com'' - e' stata presentata oggi a Milano da Davide Usai, direttore generale del Comitato italiano per l'Unicef, Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it e il suo direttore comunicazione Andrea Polo, insieme con l'attrice e testimonial Unicef Gaia Barmani Amaral.

Da anni, Unicef riceve proprieta' immobiliari da donazioni e lasciti testamentari, cosi' come avviene per molte altre organizzazioni: nel 2012 ha ricevuto 61 testamenti e nel 2013 altri 54, di cui il 50% ha per oggetto beni immobili. Fino a oggi, pero', queste proprieta' venivano messe in vendita attraverso canali poco visibili che ne rendevano estremamente difficile la vendita, per esempio procedimenti pubblici quali le aste. Ecco perche' la scelta, qualche mese fa, di cambiare rotta. E dall'incontro con Immobiliare.it e' nato un accordo, che a sua volta ha dato vita alla nuova strategia: ''L'Unicef riceve donazioni da persone che lasciano i propri risparmi, ma anche immobili'' ha detto Davide Usai. ''L'obiettivo e' cederli al piu' presto, per poter destinare il ricavato ai nostri progetti nel mondo: per farcela, abbiamo cercato un operatore serio e ben radicato nel territorio e l'abbiamo trovato in Immobiliare.it''.

Compito della societa' sara' dunque gestire il sito dedicato (www.immobiliare.it), dove sono gia' online dieci immobili del valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro.

A breve ne saranno inseriti altri dieci: ''Al momento disponiamo di una settantina di proprieta', molto diverse tra loro e il cui valore e' stimato in circa tre milioni di euro'' ha precisato Usai. ''Ma un altro dei nostri problemi, fino a oggi, e' stato proprio questo: l'eterogeneita' degli immobili, che sono sparsi su tutto il territorio nazionale e a volte in co-proprieta' con altre associazioni''.

red/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia