domenica 04 dicembre | 13:31
pubblicato il 14/set/2013 11:29

Ilva: Zanonato, proporro' norma perche' sequestro non blocchi produzione

(ASCA) - Chianciano Terme (Si), 14 set - Per il caso Ilva il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato proporra' una norma per la quale ''il sequestro, quando e' su un bene produttivo, deve intervenire senza interrompere la produzione''.

Zanonato ha parlato alla festa popolare dell'Udc a Chianciano Terme. ''Siamo - ha precisato Zanonato - perche' continui l'attivita' produttiva in presenza del sequestro. Sto verificando la legge, se non trovo un sistema proporro' una norma per integrare il codice civile: il sequestro quando e' su un bene produttivo deve intervenire senza interrompere la produzione'' Zanonato ha spiegato che ''mi preoccupo dei lavoratori che provvisoriamente useranno la cassa integrazione, dell'indotto, e mi preoccupo enormemente perche' viene colpito un asset produttivo del nostro paese'', pero' in questo modo, ha detto ancora, ''tutelo anche il sequestro''.

Questo perche' sul sequestro deciso dalla magistratura ''il governo non deve dire nulla'' perche' l'esecutivo '' interviene per far si' che quando si sequestra un bene, il sequestro non blocchi produzione e avvenga compatibilmente con l'attivita' produttiva che deve continuare a svolgersi''.

afe/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari