domenica 04 dicembre | 20:06
pubblicato il 23/ago/2012 19:03

Ilva/ Uilm: Se tagliano ancora la produzione c'è rischio Cig

Palombella: senza Riva stabilimento non ha ragione di esistere

Ilva/ Uilm: Se tagliano ancora la produzione c'è rischio Cig

Roma, 23 ago. (askanews) - Se la produzione all'Ilva di Taranto dovesse essere ridotta ancora c'è il rischio di cassa integrazione per i lavoratori. Lo ha affermato il segretario nazionale della Uilm, Rocco Palombella, secondo cui "la riduzione di produzione da 30mila a 20mila tonnellate di acciaio, vale a dire del 30%, per il momento garantisce un equilibrio precario. Ma è al limite della marciabilità - ha sottolineato - per poter garantire la sicurezza impiantistica e la possibilità di non ricorrere alla cassa integrazione". Ma se la produzione dovesse essere ulteriormente tagliata, ha aggiunto Palombella in un'intervista ad 'Affaritaliani.it', "a quel punto tutto tornerebbe in discussione. Verrebbe meno la sicurezza e la cassa integrazione diventerebbe quasi certa". "Fa ridere - ha evidenziato il numero uno della Uilm - l'idea che l'impianto possa tornare a essere gestito dal governo: senza il gruppo Riva lo stabilimento non ha ragione di esistere. L'azienda deve fare autocritica e cambiare linea di condotta, ma non spero non lasci Taranto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari