domenica 11 dicembre | 14:50
pubblicato il 16/set/2013 11:05

Ilva: Landini (Fiom), subito un commissario, poi intervenga il governo

(ASCA) - Roma, 16 set - ''La decisione dell'Ilva, la messa in liberta' di oltre 1.400 operai, e' quasi una serrata: e' come dire al lavoratore, non possiamo farvi lavorare, e quindi pagarvi, andatevene''. Lo afferma ai microfoni di Prima di tutto su Radio 1 il segretario generale Fiom-Cgil, Maurizio Landini, spiegando che si tratta di ''un atto sbagliato da parte dell'impresa''.

Per il leader della Fiom, ''dobbiamo uscire dalla drammatizzazione e serve che il governo sia in grado in prima persona, di consentire la prosecuzione dell'attivita', visto che in questi stabilimenti il lavoro c'e', ed e' la condizione per ottenere le risorse ad hoc per il risanamento.

I Riva non sono in grado di dare un futuro, per cui subito un commissariamento ma in prospettiva si puo ragionare su un intervento diretto, anche transitorio, dello Stato, per favorire un nuovo assetto proprietario dell'Ilva''.

drc/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina