giovedì 08 dicembre | 03:35
pubblicato il 28/nov/2012 19:29

Ilva/ Fornero:Non possiamo mandare al macero 20mila posti lavoro

Va salvata l'occupazione insieme alla salute

Ilva/ Fornero:Non possiamo mandare al macero 20mila posti lavoro

Roma, 28 nov. (askanews) - Per l'Ilva serve una soluzione che metta insieme la salvaguardia dei posti di lavoro e della salute dei cittadini perchè il Paese non può permettersi di "mandare al macero 20mila posti di lavoro". Lo ha sottolineato il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, intervenuta a un dibattito alla stampa estera. Il ministro, sottolineando di essere "molto preoccupata" per la situazione dello stabilimento pugliese "eredità del passato", ha spiegato che "bisogna fare in modo che in questo stabilimento, senza chiudere, perché se chiude, chiude, ci sia il recupero delle condizioni ambientali compatibili con la salute e non si mandino al macero ventimila posti di lavoro perché non possiamo permettercelo". La Fornero ha sottolineato come gli operai dell'Ilva "sono persone attaccata al lavoro e non hanno mai chiesto un incentivo. Non è accettabile. Bisogna salvare il loro lavoro e la loro salute".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni